Because the 9th Art is Serious Business!
Una tragedia di 25 anni fa…

Questa l’ho scoperta solamente oggi, mentre mia madre riordinava il ripostiglio. Ad un certo punto me la trovo davanti con un plico di fogli, che si è poi scoperto essere documenti assortiti come la sua cittadinanza italiana, i miei documenti di Budapest ecc. Fino a quando non mi ha messo in mano il ritaglio di giornale che vedete qui a fianco (come al solito click per ingrandire e leggere il tutto).

La vicenda è successa per l’appunto 25 anni fa (avevo un mese di vita) e ne sono stato all’oscuro fino ad oggi pomeriggio. Anzi, addirittura quando me lo sono visto porgere in mano mia madre mi ha detto “questo l’avevo messo lì per conservarlo e fartelo leggere quando saresti stato più grande“. Teatrale.

Una delle prime cose che ho notato, comunque, è l’assoluta mancanza di qualsiasi forma di rispetto della privacy dei giornali di 25 anni fa (manca il resto del giornale, ma credo sia la Gazzetta di Carpi a giudicare da come parla con disinvoltura di S.Marino, un borghettino della bassa che solo chi abita nel raggio di 15 km da qui potrebbe conoscere) sbandierando via, numero civico e nome della famiglia. Ben diverso dai “Signor M.” che si usano oggi.

Già immagino i paesani che leggono il giornale la mattina al bar Sport, vedono l’articolo e giù tutti a dire “Guarda i Gelmini cos’hanno fatto!” oppure “Oh, hai visto che Gelmìn è in ospedale?“. Tutto rigorosamente in dialetto.

2 Responses to Una tragedia di 25 anni fa…

  1. Bakke says:

    fuckin’ epic

  2. RennyManJr says:

    Aw Yeah!